Domenica 25 Giugno 2017
REGISTER
La 'stramma' degli Aurunci nel Museo della Civiltà di Roma PDF Stampa E-mail
Scritto da Micio Fausto   
Giovedì 09 Marzo 2017 16:33

Il progetto della stilista Lisa Tibaldi “Trama Aurunca... Emozioni e Creatività di un Territorio” è il titolo della mostra che sarà inaugurata sabato 10 marzo alle ore 17,30 a Roma presso il Museo delle Civiltà e Museo delle Arti e Tradizioni Popolari. L’artigianato, le tradizioni e le eccellenze della terra Aurunca resteranno in mostra fino al prossimo 30 Aprile.

L’iniziativa, ideata dalla stilista Lisa Tibaldi e realizzata in collaborazione con il Parco naturale dei monti Aurunci, trae ispirazione dalla magica natura della catena montuosa del Lazio meridionale, un’area naturale protetta istituita nel 1997 e situata al confine tra le province di Frosinone e Latina.

Il progetto della mostra, concepito da Lia Tibaldi, prevede l’esposizione di una serie di creazioni di moda e di design, realizzati attraverso la lavorazione dei filamenti della “stramma”, una tipica pianta spontanea a cespuglio frondoso presente sui monti Aurunci, dal nome scientifico “Ampelodesmos mauritanicus”, utilizzata nei secoli per gli usi più diversi, dalle corde per le imbarcazioni alla produzione di ceste e cestini, fino all’arredamento per le case di campagna.

Grazie al suo know-how nel campo della moda e al supporto tecnico degli artigiani del laboratorio di arti e mestieri del Parco, la stilista romana, tramite un percorso ben mirato, presenterà una serie di manufatti artigianali: collane, bracciali, orecchini e borse che ben si integreranno nelle varie aree del Museo della Civiltà di Roma, uno dei musei più esclusivi della capitale, dove è possibile ammirare oggetti e testimonianze delle arti e delle tradizioni popolari che vanno dalla fine del XIX secolo alla prima del XX.

“In tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso”, sosteneva Aristotele. La tradizione e la suggestione emotiva nel quale il progetto “Trama Aurunca... Emozioni e Creatività di un Territorio” si identificherà e troverà la sua massima espressione nell’esposizione del quadro moda finale, due abiti scultura realizzati interamente in stramma, due opere d’arte che avranno il privilegio di rappresentare, a livello internazionale, i lavori e l’essenza dell’artigianato made in Italy.

Grande soddisfazione ha espresso il commissario dell’ente regionale, Michele Moschetta: “Siamo veramente felici di poter collaborare alla proposta. Ringraziamo Lisa Tibaldi per aver messo il territorio al centro della sua idea, perché ci permette di affermare ancora una volta che il Parco è fatto della gente che lo vive, noi siamo qui per gestire e custodire le sue risorse”.