HOME Notizie Trianon Viviani, presentata la nuova stagione 22/23, tra musical, concerti, favole e laboratori nel teatro di Forcella
Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

Google +1 Button


Trianon Viviani, presentata la nuova stagione 22/23, tra musical, concerti, favole e laboratori nel teatro di Forcella PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Elena Petruccelli   
Venerdì 27 Maggio 2022 20:23

La nuova stagione del Trianon Viviani ‘Tradizione Contemporanea’. Lo storico teatro di Forcella anche quest’anno punta sul patrimonio musicale napoletano e sul ruolo di aggregatore sociale. Concerti, sceneggiate, favole, laboratori, conferenze cantate, live talent e tanto altro. Sono tantissimi gli eventi in calendario.

 

Il Trianon diventa sempre più teatro del quartiere e della città, con gli spettacoli itineranti di Nello Mascia, con il suo progetto Viviani per Strada, per l’anteprima di stagione alla stazione Marittima, con la prima assoluta Caffè di notte e giorno. Ad ottobre sarà inaugurata la stagione 22/23 sarà La donna è Mobile di Vincenzo Scarpetta, regia di Francesco Saponaro. La serata evento Lo scugnizzo Elegante, omaggio as Antonio Sorrentino, il cantautore di Forcella scomparso prematuramente, con la regia di Claudio Niola. E sempre ad ottobre i concerti di Avitabile, Andrea Sannino, gli ‘A67 e Eddy Napoli. A novembre tornano le conferenze cantate, con Mauro Gioia, e come prima assoluta un reading musicale A spasso, parole e musica con Libero e Vincenzo di Maurizio De Giovanni, dedicata proprio a Libero Bovio e Vincenzo Russo. Non poteva mancare una dedica al grande Diego Armando Maradona, con lo spettacolo Il Canto di Dieguito di Paolo Romano, con Patrizio Rispo e Diego Moreno. L’evento patrocinato dall’ambasciata Argentina in Italia, metterà in scena musiche tanghi. A dicembre torna Gianfranco Gallo con il suo musical Quartieri Spagnoli da lui scritto, diretto ed interpretato. Ambienta la Lisistrata di Aristofane in una difficile Napoli di oggi segnata dalla camorra. nel periodo natalizio andrà in scena Guapparia di Bruno Garofalo, e per Capodanno una serata evento, una cena spettacolo con la NCCP, Nuova Compagnia di Canto Popolare,che per l’occasione ritroverà la sua antica formazione. L’anno nuovo inizia con l’esibizione di Francesco Merola in concerto , per la sera dell’Epifania. Inoltre il concerto Roberto Colella & Orchestra Athena e il concerto di Eugenio Finardi e di Daniele Sepe. A febbraio i concerti di Tony Cercola e Raiz. Carlo Faiello in Alla corte di Pulcinella, mentre la maschera di Napoli si appresta a diventare patrimonio dell’Unesco. Una dedica al mondo femminile con Tutta Casa, Letto e Chiesa di Dario Fo e Franca Rame in prima assoluta, una produzione di Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro. A marzo torna la compagnia stabile Canzona napoletana con Adagio Napoletano, regia di Bruno Garofalo. Ad aprile la bellissima voce di Tosca e una grande novità, il debutto della lirica a Forcella con la Bohème. A maggio il concerto, prima assoluta di Lalla Esposito. Sempre ad aprile Stefano Bollani con Piano Solo. Suommo D’Ajere e non mancheranno serate dedicate alla danza e musica con Emanuela Bianchini, Enzo Gragnaniello, Performers della MSPD.

A presentare il nuovo calendario, il presidente Giovanni Pinto, il direttore artistico Marisa Laurito, Bruno Garofalo, Nello Mascia e Davide Iodice.

 

Alla conferenza di presentazione era presente anche l’assessore Lucia Fortini: ‘Il Trianon sta insegnando quanto possa essere bella l’arte e socializzarla affinché diventi una bella abitudine frequentare il teatro. Il teatro è cultura, insegna l’empatia e penso possa svolgere un’importante funzione educativa per i nostri ragazzi.

 

‘Il cartellone 202272023 vedrà in scena molti giovani talenti. Mi è sembrato giusto riaprire la stagione con La donna è Mobile di Vincenzo Scarpetta, il grande commediografo, musicista e attore che inaugurò il Trianon nel 1911: questa nostra produzione, diretta da Fancesco Saponaro, ha raccolto molto successo, in pochissime repliche, e grande gradimento da parte del pubblico’- spiega il direttore artistico Marisa Laurito . Ruolo di integrazione sociale del teatro è rappresentato dai laboratori del regista Davide Iodice , con il suo progetto d’arte e inclusione sociale, che ha accolto solo questo anno, circa 300 partecipanti ai vari percorsi pedagogici gratuiti. Grande attrazione è La Stanza delle Meraviglie, uno spazio di realtà immersiva sulla canzone napoletana. Conclude Marisa Laurito: ‘Vi aspettiamo a braccia aperte per sognare , ridere, cantare, pensare…e alla fine partecipare alla festa che ogni sera il teatro e gli artisti, non senza difficoltà, mettono in scena con gioia e passione’.

 

 

282131813_418614556938435_168623849011055894_n.jpg

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 27 Maggio 2022 20:31
 

Footer

Copyright © 2024 www.mirtonotizieglocali.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Chi è online

 8 visitatori online

Statistiche

Tot. visite contenuti : 2009240