Domenica 19 Settembre 2021
REGISTER
La Pasqua solidale parte da Casoria PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Elena Petruccelli   
Venerdì 09 Aprile 2021 20:06

Il tour della solidarietà ha regalato una bellissima Pasqua ai bambini e alle famiglie a Napoli nord. ‘Un uovo in cambio di un sorriso’, per la sua dodicesima edizione ha ancora una volta raccolto tante donazioni affinché le sofferenze economiche e di solitudine legate al terribile virus non colpissero le famiglie. L’iniziativa organizzata dall’associazione di volontariato ‘La Mescolanza’, ha potuto contare  sull’adesione di decine di cittadini che hanno provveduto a regalare cioccolata, uova di Pasqua, colombe e giocattoli. La rete di solidarietà è stata sostenuta da Ambulatorio di Medicina Solidale San Ludovico, con Gilda e Pasquale Longhi, Bar Caffè dei Nobili e tanti amici.

 

Racconta Bruna, presidente della Mescolanza. “ E’ stato molto bello vedere nascere queste energie finalizzate a fare del bene. Eravamo seduti al tavolino del bar per una ricognizione delle uova raccolte, ed è stato molto emozionante quando il proprietario, vedendoci alle prese con il conteggio e l’organizzazione, ci ha regalato tante uova. Tutta la solidarietà da cui siamo stati sommersi spontaneamente ci ha reso molto felici”. Il viaggio della carovana della solidarietà ha sostato in piazza Cirillo per la distribuzione delle uova di cioccolato, per poi raggiungere appuntamenti all’aperto con le famiglie seguite dalla Mescolanza, tra Casoria, Casavatore e San Pietro a Patierno. Inoltre altra tappa è stata il campo nomadi di Casoria, dove alcuni bambini hanno regalato un sorriso ai volontari, con i loro commenti mangiando le uova di cioccolato ‘coniglio sono gustosissime queste uova, grazie’. Ad animare la mattinata infatti è stato il maxi coniglio porta doni, Moustapha, il volontario che ha indossato il costume pasquale rosa.

 

Bruna, commenta: “All’associazione si stanno avvicinando sempre più persone e questo ci riempie di gioia perché siamo partiti in pochi e adesso vedere crescere sia tanti sostenitori, che volontari che vogliono aiutare e scendere in campo è una cosa bellissima soprattutto nel momento storico in cui viviamo. Tanti professionisti, mediatori culturali e tanti ragazzi e ragazze che hanno dato una mano molto grande in questi giorni per lo smistamento. Una concatenazione di energie belle”.

 

La necessità di una spesa solidale diventa sempre più importante per molti. Purtroppo ancora oggi la Mescolanza non dispone di una sede, le operazioni di raccolta e smistamento sono rese possibili grazie a spazi privati. Un paradosso di una città dove sedi e luoghi abbandonati da decenni non mancano, che non possono essere assegnati alle associazioni che riuscirebbero a farli rifiorire rendendo un servizio indispensabile.

 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 09 Aprile 2021 20:43