Domenica 29 Novembre 2020
REGISTER
Ibrahim realizza il suo sogno: diventare pizzaiolo. Il racconto della tenacia del giovanissimo senegalese. PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Elena Petruccelli   
Mercoledì 19 Agosto 2020 13:54

Non vuole più la pizza, perché a prepararla è un ragazzo di colore. Con uno sfogo sui social, Ibrahim, un giovanissimo pizzaiolo nato in Senegal, racconta l'esperienza vissuta a lavoro. Nel suo post si facebook c'è tutta la tristezza di chi ha subito un atto di razzismo. Una donna si rifiuta di mangiare la pizza preparata da lui. Perché? Succede in una pizzeria a Caserta, dove da poco il giovane ha trovato lavoro. Ibrahim ha 21 anni ed è arrivato in Italia quando di anni ne aveva sedici. Racconta Roberta, sua insegnante di italiano presso lo spar di Gricignano: 'Ha subito detto che il suo sogno era diventare un pizzaiolo. È stato un alunno bravissimo, ha imparato l'italiano in tre mesi'. Dopo un corso di formazione per pizzaioli con l'Arci, ha iniziato a realizzare il suo sogno, ma non senza delusioni e episodi di razzismo. Il percorso di un ventunenne,  senegalese, che vuole diventare pizzaiolo. Ha iniziato girando tra i locali,  chiedendo di poter anche solo poter affiancare il pizzaiolo, per imparare il mestiere. Ibrahim voleva realizzare il suo sogno e viaggiava tra Gricignano, Aversa e Caserta, cercando una pizzeria che gli permettesse di assistere alla preparazione della pizza. Molti lo ignoravano, non gli rispondevano, all'inizio è stato difficile, ma lui ha insistito tanto. Prima ha fatto un'esperienza come aiuto cuoco a Napoli, poi a Caserta ha affiancato il pizzaiolo. Dopo tanta tenacia e passione finalmente oggi è uno dei più giovani pizzaioli. I colleghi di Ibrahim non gli hanno fatto mancare solidarietà e incoraggiamenti, così come le sue insegnanti e tutte le persone che hanno visto realizzare il suo sogno: diventare un pizzaiolo.