Martedì 22 Ottobre 2019
REGISTER
Parte "Terra dei libri" con l'associazione Sveglia Caivano PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Antonio Parrella   
Mercoledì 30 Gennaio 2019 22:06

Caivano sarà la “Terra dei libri”

Semaforo verde per il progetto ideato all’associazione culturale “Sveglia Caivano”

di Antonio Parrella

CAIVANO. Tutto pronto per la kermesse culturale denominata “Caivano, terra dei libri”, promossa dall’associazione socio-culturale “Sveglia Caivano” della presidente Tonia Mormile. Il via domani, giovedì 31 gennaio (inizio ore 19), presso la chiesa di San Pietro Apostolo, in via Don Minzoni. Il taglio del nastro di questa I edizione prevede la presentazione del libro di Angelo Amato De Serpis, “Arpad ed Egri”, nell’ambito della manifestazione “Caivano ricorda la Shoah”. Il progetto intende coinvolgere cittadini, parrocchie, scuole, e associazioni socio-culturali e sportive del territorio, in un percorso volto a stimolare il dibattito culturale. Il ricco cartellone, già predisposto, proporrà in seguito altri incontri con autori, dirigenti scolastici, docenti, studenti e personalità del mondo culturale nazionale “Il nutrito pacchetto di incontri, messi a punto con noti scrittori e autori di pregevoli testi, rappresenta per noi nostra è una vera e propria sfida - precisa il dottore Nino Navas, imprenditore e storico fondatore dell’associazione culturale Sveglia Caivano, che ormai da anni opera senza soluzione di continuità sul vasto comprensorio caivanese - perché per noi la cultura è senza alcun dubbio il punto cardine per ogni positiva rivoluzione e nella fattispecie per il rilancio di Caivano. La nostra iniziativa rientra pienamente nell’impegno alla cittadinanza attiva che stiamo portando avanti da molti anni. Non esiste nessuna realtà che non possa costruire da sé un futuro migliore, superando criticità e difficoltà. Basta volerlo. Pertanto - spiega ancora Navas - noi ci proviamo, ripetendo che Caivano cambia con l’esempio e non con una semplice opinione”. Alla kermesse culturale di giovedì, oltre allo stesso autore del libro, parteciperanno tra gli altri il dirigente del liceo statale Niccolò Braucci, Giovanni La Montagna, le docenti del Braucci, Olimpia Di Palo e Rosangela Mandurino, Nino Navas, fondatore dell’Associazione “Sveglia Caivano”, e il parroco della chiesa di San Pietro Apostolo, don Peppino Esposito. Ad inquadrare il contesto storico sarà il professor Paolo Pollice, ordinario di diritto civile all’università Federico II.