Giovedì 23 Novembre 2017
REGISTER
Nuovo agguato a Crispano. Cresce la paura per la faida dei clan PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Elena Petruccelli   
Venerdì 20 Ottobre 2017 16:50

Ci sarà una risposta all'attentato di giovedì sera? Crispano inizia ad avere paura. Sono da poco trascorse le 21.30 quando l'auto con a bordo Gioacchino Cennamo di 36 anni e Angela Capasso, la sua compagna trentasettenne, viene avvicinata da una moto da cui partono i colpi d'arma da fuoco.

 

Un appuntamento con la morte o un avvertimento? Indagano i carabinieri della Compagnia di Casoria. Angela Capasso fa scudo con il suo corpo, ed è lei ad avere la peggio. Gioacchino Cennamo, figlio del boss Antonio morto lo scorso febbraio, verrà raggiunto solo da schegge. Entrambi non sono in pericolo di vita, ma il giorno dopo, nel comune alle porte di Napoli, resta l'odore della polvere da sparo e il timore che la guerra tra clan possa continuare.

 

Una lunga lista:

 

La serie di agguati è iniziata lo scorso mese di dicembre, il primo nei pressi della villa comunale di Crispano, successivamente in estate sulla Sannitica davanti ad un bar in pieno centro, ed infine ieri sulla Provinciale che collega Crispano a Frattamaggiore, strada densa di locali, con un bar e una gelateria.

 

Mauro Pistilli la vittima di dicembre, proprietario di un locale della zona. Antonio Vitale venne sorpreso dai sicari sotto casa sua, crivellato di colpi. Remigio Sciarra ucciso in auto insieme alla moglie, rimasta ferita ad una mano e al figlio di 11 anni. Infine l'episodio di ieri sera. 

 

Cresce la paura nei comuni a Nord di Napoli per le conseguenze del raid criminale, i killer della camorra non si fanno scrupoli di sparare in mezzo alla folla, e cresce l'apprensione per i genitori degli adolescenti che la sera affollano i locali della movida locale. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti una lotta tra il clan Pezzella e i Cennamo, un regolamento di conti interno. 

 

 

Schermata-2017-10-20-alle-08.07.48.png

Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Ottobre 2017 18:41