Giovedì 23 Novembre 2017
REGISTER
Aversa, grande successo per la IV edizione della Stranormanna PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Antonio Parrella   
Lunedì 25 Settembre 2017 17:54
AVERSA. Grande successo di pubblico e di partecipanti per la IV edizione della Stranormanna,  gara podistica, ideata da Giuseppe Andreozzi, in memoria di Marianna Della Vecchia, la bimba scomparsa prematuramente a causa di una malattia oncologica.
 
Dalla prima edizione ad oggi la competizione di 10 km, 3 km, e con quest'anno anche una chicca dedicata ai bambini con la minirace (gara di  velocità sulla distanza di 200 metri), è cresciuta in partecipazione atletica e cittadina. E così domenica 24 settembre ai nastri di partenza c’erano circa 1500 atleti, provenienti da ogni parte della Campania, tra squadre societarie a liberi tesserati, o sportivi che hanno scelto la Stranormanna come primo battesimo nella prima distanza impegnativa. Decine di centinaia di persone assiepate lungo l’intero percorso hanno fatto da splendida cornice a questa edizione,  applaudendo tutti i podisti scesi per le strade cittadine alla ricerca dell’ambita vittoria. Da segnalare che il livello di soddisfazione degli atleti per la perfetta organizzazione è stato davvero elevatissimo. A partire dal percorso effettuato, che appartiene alla storia di Aversa, essendo il primo muro di cinta fondato da Rainulfo Drengot, normanno, fondatore di Aversa, fino a raggiungere il più famoso Arco dell'Annunziata con tutto il suo complesso storico. Ad accogliere i runners bandiere sventolanti con tutti i siti architettonici delle chiese di Aversa, famosa per contarne più di 100 nel solo territorio,  al castello Aragonese. Ma, dietro il grande evento sportivo, c'è da annotare sul taccuino anche un lavoro di divulgazione sul vastissimo territorio che dura circa un anno, senza soluzione di continuità, con uno stand fisso ad Aversa per due ore tutti i sabati dell'anno, uno stand che con l’artefice della grande kermesse podistica, Peppe Andreozzi, ed il suo instancabile staff, che raccoglie adesioni ed è sempre pronto per informare il pubblico sulla importante motivazione per la quale bisogna partecipare in prima persona, sul perché fare sport. Il tutto con il prezioso contributo divulgativo della podistica normanna. Obiettivo anche in chiave di prevenzione per le malattie dell’apparato cardiovascolare e per le neoplasie che, purtroppo, colpiscono il corpo umano. Dunque un lavoro che serve a sensibilizzare soprattutto i cittadini, che difficilmente scenderebbero in campo per gareggiare su una distanza impegnativa. Dunque a loro si chiede l'adesione alla gara di soli 3 km. Anche camminando. Non è necessario vincere. Ma partecipare. Lo sport è questo.  Ed infine anche i bambini, dai 5 ai 10 anni, hanno avuto la loro gara. Il loro podio.
 
Nella Stranormanna il ristoro dell'atleta è curato in tema e nei minimi particolari, essendo una piccola rappresentazione di tutto quello che la città casertana produce in gastronomia: dal famosissimo dolcetto "polacca" al vino asprino ed il famoso piatto "scarpariello". Il livello di soddisfazione, come detto, è stato alto da parte di tutti i partecipanti che hanno riconosciuto l'impegno sportivo in un contesto culturale e l'orientamento alla solidarietà. Il ricavato della gara sarà ora utilizzato per realizzare progetti nel sociale, come l'acquisto di una altalena per disabili, l'adozione di un' ambulatorio di prevenzione e di un monumento. Domenica scorsa i cittadini Aversani, unitamente alla presenza del sindaco Enrico De Cristofaro, il vice sindaco Michele di Ronza i consiglieri Michele Galluccio, Stefano di Grazia, Virgilio di Palma  e l'assessore allo sport e cultura Afonso Oliva, la squadra podistica A.S.D podistica Normanna con il presidente Giovanni Belluomo ed il presidente fondatore della Stranormanna, Peppe Andreozzi, con tutto il suo Staff, hanno vissuto  una giornata in nome della salute e della famiglia condividendo e riappropriandosi tutti del territorio e ospitando in una manifestazione sportiva anche il turismo nella propria città,  lodevole anche dal punto di vista della viabilità con fermo auto e ampio spazio dedicato ai parcheggi. “Naturalmente - assicura Andreozzi - l’appuntamento è per la V edizione della Stranormanna”
 
 
Stranormanna-1_1.png
 
Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Settembre 2017 17:59