Domenica 24 Settembre 2017
REGISTER
Linea Gustav Garigliano presenta Marocchinate. Successo per la memoria storica al Teatro Romano PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Elena Petruccelli   
Sabato 26 Agosto 2017 12:23
Teatro e storia s'incontrano incantando il pubblico del Comprensorio Archeologico di Minturno. L'associazione Linea Gustav Fronte Garigliano, con il presidente Giuseppe Caucci, porta per la prima volta al Teatro Romano, 'Marocchinate' scritta da Simone Cristicchi ed interpretata da Ariele Vincenti. Un monologo accompagnato dal violino del maestro Marcello Corvino.
 
La primavera del 44, siamo nel Basso Lazio quando ai soldati francesi venne attribuito il 'diritto di preda', 50 terribili ore per fare razzia di tutto ciò che trovavano. A pagare il prezzo più alto sono le donne, a cui furono chiuse per sempre 'le porte dell'anima'. 'Aspettavamo i salvatori, sono arrivati i diavoli', il racconto semplice e drammatico, di un pastore, che rappresenta la nostra memoria storica. Un monologo di due ore che, sebbene la crudeltà di innocenze abusate e zittite da una società ancora più beffarda del male subito, ci fa rivivere la bellezza di una serata trascorsa insieme ad un nonno. Accanto ad Ariele Vincenti, riviviamo i racconti dei nostri anziani, che senza spaventarci ci raccontano con gli occhi la crudeltà di una guerra che alla fine verra sconfitta.
 
Il racconto di un pastore ad un giornalista seduto su una balla di fieno. L'opera nasce da un fatto realmente accaduto, a ricerca dell'autore Cristicchi e dai racconti di testimoni, figli o nipoti di chi ha vissuto le atrocità di quelle giornate. Alla fine una gran festa con i ragazzi del gruppo Folk Città di Castro. Lo spettacolo tornerà il 2 settembre a Castelforte. 
 
 
20170825_221013-1.jpg