Domenica 24 Settembre 2017
REGISTER
Un nuovo impianto per liberare Caivano dalle ecoballe PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Elena Petruccelli   
Mercoledì 09 Agosto 2017 14:49

Un nuovo impianto per il trattamento delle ecoballe all'interno dello Stir di Pascarola. Approvata la delibera di Giunta Regionale per la realizzazione del completamento di quella che era la vocazione iniziale del maxi impianto per il trattamento dei rifiuti nella zona industriale. Lo scorso 14 luglio, in una conferenza di servizi alla presenza di ASL e ARPA, si è discusso sulla realizzazione del nuovo sito, in sintonia all'aggiornamento del Piano di Rifiuti Regionale. Un capannone situato all'ingresso dello Stir grande circa 12 mila metri quadri. Qui verranno trattate le circa 400 mila tonnellate di ecoballe parcheggiate da oltre sette anni all'esterno dello Stir. A queste sarà aggiunta una parte proveniente invece da Villa Literno.

 

Commenta Francesco Paolo Buonocore, responsabile del procedimento per la Regione: <<Anche il primo cittadino Simone Monopoli era presente all'incontro. Fondamentale sottolineare che i prodotti risultanti dal trattamento delle ecoballe verranno condotti fuori Regione. Niente verrà trasportato all'impianto di Acerra, ormai saturo>>.

 

Dunque il trattamento delle ecoballe finalizzato alla produzione di Combustibile Solido Secondario, non sarà destinato ad Acerra. Nel 2015 il presidnete della Regione De Luca aveva posto la bonifica delle ecoballe di Caivano tra le priorità del suo programma. Oggi, scattano i tempi tecnici per la gara di appalto e per la realizzazione dell'impianto che libererà Caivano dalle ormai storiche tonnellate di ecoballe.

 

StirCaivano.JPG