Sabato 19 Agosto 2017
REGISTER
Pasquetta in Masseria Ferraioli, un motivo in più per festeggiare PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Elena Petruccelli   
Martedì 18 Aprile 2017 16:35

Un pic-nic sotto i peschi. Per partecipare alla prima edizione della Pasquetta nel bene confiscato alla camorra di Afragola, sono arrivati da tutta la Campania e non solo. Il lunedì dell'Angelo ha assunto un significato più importante. Dopo 39 anni, Antonio Ferraioli, sindacalista a cui è stata intitolata la Masseria, è stato riconosciuto vittima innocente della camorra. La sentenza arriva lo scorso 14 aprile, Antonio Ferraioli, cuoco e sindacalista è stato ucciso quando aveva soli 27 anni e a pochi giorni prima di sposarsi

 

ì.ferraioli1

 

 ferraioli2

 

Una vita strappata dalla camorra, adesso dopo quasi quarant'anni diventa ufficiale, ma sono ancora troppe le vittime della criminalità organizzata che aspettano questo tipo di riconoscimento, come se la pallottola che ha strappato una vita dovesse avere la firma del suo esecutore, una situazione paradossale come spiega Gianluca Torelli della CGIL: "Una legge che andrebbe sicuramente perfezionata. Quando ogni anno, nella manifestazione di Libera viene letto il lungo elenco delle vittime della camorra, di queste solo 300 ne hanno avuto  riconoscimento effettivo come vittime della camorra, un passaggio importante per le loro famiglie, che solo così possono accedere ad indennizzi e benefici". Dunque un motivo in più per entrare nello spirito della festa, che ha visto centinaia di ragazzi uniti per preparare grigliate, partite di pallavolo o per gustare estratto di mela annurca, specialità della Masseria Antonio Ferraioli.

 

 

Ultimo aggiornamento Sabato 22 Aprile 2017 00:07