Venerdì 20 Ottobre 2017
REGISTER
'Un battito d'Ali' in scena all'Auditorum PDF Stampa E-mail
Scritto da Micio Fausto   
Giovedì 11 Maggio 2017 15:02

"Quando uno sogna da solo è solo un sogno, quando si sogna insieme è la realtà che comincia". Questa frase attribuita a Che Guevara, rappresenta il modo migliore per esprimere ciò che è accaduto con il progetto “Da lettore … ad attore”, progetto realizzato dalla Biblioteca Comunale su impulso dell’allora Assessore alla Cultura, Vincenzo Petruccelli, e reso possibile grazie alla partecipazione dell’Istituto Comprensivo Guido Rossi. Lo scorso anno, infatti, partendo dalla lettura del libro di Gianni Milano, noto giornalista della Rai, “In un battito d’ali” era iniziato un percorso che aveva portato gli alunni dell’Istituto Comprensivo, attraverso una frequenza costante e continua della Biblioteca Comunale, a trasformare la lettura in rappresentazione teatrale, realizzata successivamente presso l’Auditorium Comunale. Quest’anno il progetto è stato ripetuto, grazie all’adozione sempre dell’Assessorato alla Cultura presieduto dall’ex Petruccelli e rischia di diventare una best pratice visto l’interesse che ha suscitato presso i competenti organi della Provincia di Latina e della Regione Lazio, i quali hanno intravisto la possibilità di poterlo esportare anche alle biblioteche di altri comuni. Il progetto parte dalla lettura del libro avente come nuclei tematici l’amicizia e l’ambiente ed è finalizzato, tra l’altro, ad accrescere la capacità di comprensione ed interpretazione di un testo, anche da un punto di vista linguistico e/o intellettivo, in un costante processo di integrazione ed a cogliere funzioni significanti del tono della voce. Attraverso questo progetto si tende ad avvicinare i ragazzi ai libri per condurli ad una lettura creativa e riflessiva che giunga alla drammatizzazione, al linguaggio teatrale ed abbia come obiettivo la promozione ed educazione alla lettura, obiettivo che la Biblioteca Comunale di Santi Cosma e Damiano si è prefissata sin dalla sua apertura e che tende a perseguire attraverso questo progetto che, tra l’altro, e questo è il sogno che tende a divenire realtà, vedrà partecipe l’Istituto Comprensivo Guido Rossi, con una sua rappresentanza, alla XVII^ edizione del  Premio Giorgio Gaber che si svolgerà al Teatro di Grosseto il prossimo 13 maggio.  A questo evento di rilevanza nazionale, gli alunni dell’Istituto Rossi si stanno preparando da qualche mese seguiti in maniera certosina, per il training dell’attore, dallo stesso autore del libro Gianni Milano che gli sta guidando con la professionalità e capacità che lo contraddistingue, e con spirito missionario. Tutto ciò rappresenta un forte esempio di collaborazione tra enti che nello spirito del reciproco rispetto e collaborazione consente di ottenere risultati di grande importanza come questo, reso possibile dalla disponibilità della Dirigente Scolastica, Prof.ssa Marino, e dei numerosi docenti che, anche al di fuori dell’orario di servizio, si stanno rendendo disponibili, con sacrificio e dedizione, ad accompagnare Milano nelle meticolosa attività di formazione di questi giovani attori. A ciò va aggiunta la collaborazione di alcune aziende e risorse del territorio che stanno, così, rendendo possibile, per questi ragazzi, che un sogno diventi realtà! La prova generale, prima dell’esibizione di Grosseto che è prevista per il prossimo 13 maggio, si svolgerà giovedì 11 maggio presso l’Auditorium annesso alla Comunità Insieme di Santi Cosma e Damiano (Loc. Cerri Aprano) messo gentilmente e gratuitamente a disposizione dalla Famiglia Anelli sempre aperta ad attività di carattere sociale e culturale. La prova generale si svolgerà alle ore 18,00 e potranno assistere le famiglie degli alunni partecipanti e tutti coloro che vorranno, essendo aperta al pubblico. Presenzieranno il Commissario Prefettizio, Dott. Domenico Talani, e la Dirigente Scolastica, Prof.ssa Rosalia Marino, oltre ad altre personalità del mondo della cultura e della scuola.  Un grande risultato di una Biblioteca che partita a stento tende a divenire sempre più punto di riferimento delle attività culturali del territorio e del quale, ovviamente, il primo attore e fruitore non può che essere la scuola con tutte le sue componenti.

 

 

download.jpg